Un singolo atomo di stronzio immortalato in una normale fotografia. La tecnica utilizzata consente di vedere l’atomo a occhio nudo ed è valsa all’autore la vittoria dell’Engineering and Physical Sciences Research Council science photography competition 2018

Guardate un po’ che stronzio! La fotografia di un singolo atomo di stronzio, visibile a occhio nudo, sospeso all’interno di un campo elettrico ha vinto l’edizione 2018 dell’Engineering and Physical Sciences Research Council science photography competition (Epsrc 2018). Titolo dell’opera: Single atom in an ion trap. Autore: David Nadlinger.

L’impresa pare ancora più eccezionale se si pensa che Nadlinger, studente di dottorato in fisica quantistica alla University of Oxford, ha scattato questa fotografia con una normale fotocamera, ritraendo il singolo atomo metallico intrappolato nello spazio di 2 millimetri tra due elettrodi.

Come ci è riuscito? Come solo i grandi artisti sanno fare, Nadlinger ha sfruttato la luce per i suoi scopi. Un laser di colore blu-viola, infatti, illumina l’atomo di stronzio, che ne assorbe la luce e riemette le particelle luminose abbastanza velocemente da poter essere catturate in una fotografia convenzionale (eppure eccezionalea lunga esposizione. L’attrezzatura usata – eccezion fatta forse per gli accessori che hanno aumentato la lunghezza focale dell’obbiettivo – è quella che un qualsiasi fotografo utilizza di routine, ha chiarito il fisico.

“L’idea di poter vedere un singolo atomo a occhio nudo – ha commentato Nadlinger – mi colpiva, come se fosse un meraviglioso ponte diretto e viscerale tra il minuscolo mondo dei quanti e la nostra realtà macroscopica”.

Fonte: Wired.it

Grafici e Designers

Diamo vita alla creatività geniale.

T: +39 0173 280479 E: info@langaprint.it

Contatta il nostro team

 Accetto le regole  privacy

LANGA Digital marketing firm
Piazza IV Novembre, 4 (MI) 20124, Milano ITA
P.IVA 10637600965

All Rights Reserved - Account / Supporto / Artist